Blog: http://giorgiomaria.ilcannocchiale.it

micro-arancia meccanica

mi ricorda tanto quell'episodio de "i simpsons" in cui marge compra al piccolo bart le protezioni alle ginocchia e al petto per evitargli di ferirsi nelle cadute. il primo risultato che ottiene, si vede un attimo dopo: i bulli lo pestano divertiti, più del solito poiché "con queste protezioni le nocche non fanno male".
ecco, la stessa cosa sta accadendo qua a roma, zona trullo. i genitori comprano le microcar ai figli per proteggerli dal traffico, e fin qui tutto normale. il motorino è pericoloso, le macchine sfrecciano e con le buche di questa città ogni angolo nasconde cento insidie.
quello che però nessun genitore, forse, poteva prevedere, è che dei ragazzi fermassero apposta i giovani proprietari delle microcar per sostituirsi alla guida e cominciare a correre qua e là, puntando apposta i muri e i guard-rail.
immaginate la scena. il ragazzino entra nella macchina, contento e soddisfatto. sa che sta viaggiando in un posto sicuro, che i genitori possono stare sereni. certo, è costata tanto, ma ne valeva la pena. "ehi tu!!!"..il ragazzone entra, scansa il malcapitato e comincia a bestemmiare, ridere,  e a distruggere la macchina sotto gli occhi del proprietario.
mi ricorda anche arancia meccanica. violenza fine a se stessa, solo per fare qualcosa. senza l'eleganza di kubrick, resta solo l'invidia, l'ignoranza, la rabbia che questa società crea e che i giovani, pochi spero, sfogano contro i coetanei più fortunati.



Pubblicato il 18/4/2008 alle 9.19 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web